6.Linee guida

LINEE GUIDA PER UN’AMMINISTRAZIONE
1. Riduzione delle spese
per la politica

2. Contro il degrado delle
relazioni tra i cittadini

3. I soldi delle tasse comunali
vanno tulizzati meglio

4. Amministrare e non farsi
amministrare

5. Non affidiamo lo sviluppo al solo cemento

6. Il rispetto per le persone,
una rinnovata idea di Comunità

7. L’imperativo è crescere,
lo dobbiamo ai nostri figli

 

IL RISPETTO PER LE PERSONE,
UNA RINNOVATA IDEA DI COMUNITÁ
Assegnare un ruolo ai cittadini e garantire luoghi di partecipazione nel rispetto delle idee di ciascuno con il forte contributo dell’associazionismo e del volontariato.
Cos’è una comunità se non l’insieme dei cittadini e le capacità di relazione tra di essi?
Se vogliamo tornare a sentirci comunità dobbiamo tornare ad avere attenzione per i cittadini, nelle forme di partecipazione e coinvolgimento, nel far si che i bambini siano il motivo della speranza, che i giovani siano il motore delle idee e dell’innovazione, che i più anziani si propongano per l’esperienza e rifuggano la conservazione, che le famiglie possano essere rimesse nella condizione di essere il nucleo fondante della comunità stessa, ma, soprattutto, che tutti riconoscano agli altri le potenzialità reciproche e nessuno ritenga di poter fare a meno di chi gli sta vicino.
Le politiche sociali non devono quindi essere impostate a compartimenti stagni perché non è affatto vero che l’assistenza agli anziani non sia un problema anche dei giovani e dei bambini.
è inutile, anzi dannoso, pensare che dare “spazi ai giovani” sia venire incontro alle loro esigenze.
Ai giovani, come a tutti i cittadini, va dato un ruolo, non spazi. Di “riserve indiane” nessuno deve sentire il bisogno.
In questo contesto, il volontariato, in qualunque modo esso si esprima ed operi, deve essere la grande opportunità per la pubblica amministrazione di poter avere un’agenzia di crescita delle relazioni fra i cittadini praticamente senza costo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.