Archivi categoria: Provincia

Lavori in autostrada e superstrada: quando la fine dei cantieri?

In Consiglio Provinciale un ordine del giorno che chiede tempi chiari e risposte precise ad Autostrade per l’Italia e ad ANAS sugli infiniti lavori in corso (con chiusure della superstrada per lunghi periodi). Si chiede alla Provincia di farsi promotore di una richiesta di riduzioni sul pedaggio della A26 fino termine lavori e di proposte per evitare sovrapposizioni di cantieri

Quando stanno per cominciare le campagne elettorali il centrodestra riesuma tavoli in cui condividere le responsabilità. Oggi si celebrerà il “gruppo di lavoro tecnico sui temi dell’economia frontaliera” in Provincia con all’ordine del giorno l’extra-tassa “salute” da applicare sui frontalieri per spese sulla sanità. Il centrodestra ha tradito anni di promesse su ogni livello, da Roma a Torino, passando per il VCO. E ora per parare i danni fa cassa sui lavoratori e cerca di allargare le responsabilità di queste scelte con incontri con le parti sociali e le opposizioni.
L’amara verità è che anche nella nostra Provincia i rappresentanti delle Istituzioni sono stati deboli e incapaci di difendere i propri cittadini, se non addirittura complici di una strategia di tagli e riduzione dei servizi.
Degli ospedali e di sanità ne abbiamo parlato sempre, ora è tempo di dare ai cittadini risposte anche su viabilità e strade. Ecco perché presentiamo al Consiglio Provinciale un ordine del giorno che chiede tempi chiari e risposte precise ad Autostrade per l’Italia e ANAS sugli infiniti lavori in corso, impegni la Provincia a farsi promotore di una richiesta di riduzioni sul pedaggio della A26 fino termine lavori e si preoccupi di organizzare la viabilità così da evitare sovrapposizioni di cantieri, visto l’ennesimo mancato rispetto dei termini annunciati di fine lavori (si prevedeva dagli annunci sui giornali di togliere tutti i cantieri a ottobre).
Non ci si può ricordare dei lavoratori, delle famiglie e delle imprese solo quando bisogna inventare una nuova tassa per sistemare le mancate promesse elettorali o i fallimenti del proprio mandato.
Un pensiero va anche ai colleghi Amministratori, ai Sindaci e alle loro giunte di ogni colore politico, perché la totale incertezza in cui versa il nostro territorio sul completamento delle manutenzioni straordinarie alla rete viaria umilia gli sforzi di crescita e competitività del VCO su infrastrutture per le imprese, servizi per i cittadini, rilancio turistico.

ORDINE DEL GIORNO – SICUREZZA E TEMPI CERTI PER LA VIABILITA’ DEL VCO

 

PREMESSO che
– da diversi anni la viabilità delle arterie principali del VCO, l’autostrada A26 e la Superstrada SS33 del Sempione, sono interessate da lavori di manutenzione straordinaria che condizionano la mobilità di residenti e turisti, con ricadute in termini di qualità della vita, efficienza dei servizi pubblici, sicurezza delle infrastrutture;
– le strategie finora adottate, specialmente in A26, sono state orientate a rimuovere e/o ridurre i cantieri in occasione dei fine settimana e delle festività, favorendo giustamente il transito dei turisti e visitatori, ma con ulteriori ricadute su giorni e fasce orarie tipiche per pendolari e residenti;
CONSIDERATO che, secondo quanto riportato dagli organi di stampa:
– sono previsti da ANAS importanti interventi che prevedono la chiusura della SS33, anche a causa dell’abbattimento di due viadotti tra Anzola e Premosello (e in futuro un terzo a Villadossola) e il proseguo dei lavori di asfaltature e manutenzione straordinaria dei viadotti;
– proseguono i lavori di ammodernamento e messa in sicurezza delle gallerie e dei viadotti della A26 dalla barriera Lago Maggiore (Arona) a Gravellona Toce, con diversi cantieri aperti;
RITENUTA altamente insufficiente la comunicazione nei confronti di popolazione, di imprese e di Amministrazioni Locali in merito alla strategia e alle tempistiche previste per la conclusione degli interventi;
PRESO ATTO che, per quanto concerne il tratto autostradale A26, le tariffe per i consumatori non hanno finora visto riconosciute scontistiche e riduzioni nonostante l’elevato disservizio subito per anni;
PRESO ATTO che, per quanto concerne il tratto di strada statale SS33, con il passaggio da Provincia ad ANAS si sono allungate ulteriormente le tempistiche per il completamento degli interventi manutentivi prolungando disagi e disservizi, con ricadute anche sulle reti stradali comunali;
CONSIDERATO necessario monitorare lo stato di avanzamento e l’omogeneità di una strategia complessiva che garantisca insieme al completamento degli interventi di manutenzione straordinaria, tempi certi e risposte chiare a residenti e turisti, oltre che una viabilità sicura e di qualità;
IL CONSIGLIO PROVINCIALE impegna il Presidente della Provincia a:
– costituire un tavolo di lavoro presso la Provincia che impegni Autostrade per l’Italia SPA e ANAS SPA a coordinare gli interventi manutentivi al fine di ridurre il più possibile contemporanei disservizi nei due tratti di strada;
– sollecitare in quella sede la stesura di un crono programma dettagliato e preciso dei rispettivi lavori rimanenti, dei tempi previsti per il loro completamento e richieda azioni specifiche per ridurre i futuri disagi ai consumatori;
– presentare i risultati di questo lavoro all’Assemblea dei Sindaci del VCO, per un confronto di merito e di ascolto al fine di ridurre i disagi per i Comuni e garantire massima trasparenza e condivisione delle strategie in atto;

– sollecitare la Società Autostrade per l’Italia SPA a riconoscere ai residenti del VCO uno sconto del pedaggio a risarcimento del prolungarsi dei disagi e fino a completamento degli stessi nel tratto di pertinenza A26.

Emanuele Vitale
Consigliere Provinciale
Progetto VCO
…………………………………………………………
Dona il 2×1000 al PD, è semplice e non ti costa nulla. Scrivi M20 nella dichiarazione dei redditi e firma

Il Presidente della Provincia Alessandro Lana fugge dal dovere di esprimere un parere politico in merito alla riorganizzazione della sanità nella sua Provincia.

“La Provincia non ha competenza in materia sanitaria”: con questo mantra il Presidente della Provincia Alessandro Lana è come sempre fuggito dal dovere di esprimere un parere politico in merito alla riorganizzazione della sanità nella sua provincia.

Il Verbano Cusio Ossola, nel suo insieme, ha bisogno di un ospedale nuovo, efficiente, all’avanguardia.

Lo sa bene e lo ha espresso nel suo ruolo di sindaco di Piedimulera Alessandro Lana, ma se lo dimentica quando veste la maglia di Presidente della Provincia.

Così, mentre la Provincia rinuncia ad un ruolo di guida politica e mediatrice di interessi, i suoi consiglieri di maggioranza e il suo capogruppo prendono posizioni pesanti e rilasciano dichiarazioni a favore dei due ospedali: Albertella guida una sparuta minoranza di Sindaci e conduce raccolte firme, i leghisti Magda Verazzi e Ivan Rainoldi fanno comunicati in qualità di consiglieri di maggioranza.

È evidente che la maggioranza in Provincia abbia favorito la scelta della Regione, ma l’unico che pare non saperlo è il suo Presidente che ancora una volta sfugge dalle responsabilità del ruolo che ha assunto.

Attendiamo il ritorno al voto, perché il Verbano Cusio Ossola merita rappresentanti istituzionali coraggiosi che sappiano guidare la Provincia nelle importanti sfide che l’attende, tra queste la Sanità è senz’altro una di quelle più decisive e che incide di più nella vita degli elettori.

Emanuele Vitale
Capogruppo Progetto VCO

Progetto VCO – Blog della Lista del Centrosinistra nel Consiglio Provinciale del VCO

…………………………………………………………
Per ricevere in tempo reale news e info sulla nostra attività, iscrivetevi al canale Telegram del Partito Democratico del VCO https://t.me/partitodemocraticoVCO
www.partitodemocraticovco.it – https://tesseramento.partitodemocratico.it/

Dal Governo quasi 8 milioni per le strade provinciali del VCO: Lana e Porini non rispondono su come impiegarli! Siano subito coinvolti i Sindaci!

Dal Governo quasi 8 milioni per le strade provinciali del VCO: Lana e Porini non rispondono su come impiegarli! Siano subito coinvolti i Sindaci!
Nel corso della seduta del Consiglio Provinciale del 29 settembre abbiamo assistito a momenti di forte imbarazzo tra il Presidente Lana e il suo Vice intenti a dare risposte alle nostre domande in merito alla destinazione delle importanti risorse destinate dal Governo alla messa in sicurezza delle strade provinciali.
Fin dall’insediamento dell’Amministrazione Lana chiediamo che vi sia un radicale cambio di metodo nell’impiego delle risorse della Provincia. Siano coinvolti i Sindaci e i Comuni, al fine di determinare le scelte di bilancio sui principali investimenti dell’Ente. Eppure, dopo aver blindato le risorse del 2023 per il ponte sull’Anza tra Piedimulera e Pieve Vergonte, nessuna ha saputo dirci quali altri interventi vedranno impiegate le risorse in arrivo da Roma. Il fastidio malcelato del Consigliere delegato al Bilancio Albertella dimostra una divergenza sull’impiego di risorse che ancora subisce logiche di lotta Ossola-Verbano del tutto inutili.
Siano subito coinvolti i Sindaci! Il tempo è scaduto.
Emanuele Vitale
Capogruppo Consiliare Progetto VCO
……………………………………………………………
Per ricevere in tempo reale news e info sulla nostra attività, iscrivetevi al canale Telegram del Partito Democratico del VCO https://t.me/partitodemocraticoVCO

Astensione sul Bilancio Provinciale del Gruppo di minoranza Progetto VCO

Nel corso della seduta del Consiglio Provinciale del 22 Aprile la maggioranza consigliare ha illustrato due passaggi fondamentali della vita finanziaria dell’Ente. Il Gruppo Consigliare di PROGETTO VCO ha votato sia per il Rendiconto ’21 che per il Bilancio di Previsione ’22 scegliendo l’astensione. Larga condivisione sui successivi punti tecnici.

L’astensione ha due distinti significati.

RENDICONTO ’21: si conclude definitivamente la gestione targata Lincio, irrimediabilmente legata al Consigliere Regionale Preioni. Una gestione politica spiacevole e poco inclusiva, che al lavoro di squadra e al senso di comunità tra Amministratori ha preferito la propaganda elettorale perenne e l’isolamento della Provincia nelle partite strategiche del territorio.

A livello economico-finanziario il Bilancio subiva ancora enormi penalizzazioni dovute al piano di rientro e pertanto non è possibile formulare un giudizio sulle scelte intraprese che sono, necessariamente, forzate. Il giudizio politico, invece, è indubbiamente negativo.

PREVISIONE ’22: apprezzabile la scelta di accogliere le richieste formulate dal gruppo PROGETTO VCO di convocare i Sindaci per raccogliere sollecitazioni e proposte. Manca ancora una destinazione chiara alle grandi risorse che si libereranno a partire dal 2023, PROGETTO VCO auspica si apra al più presto una fase di confronto con i territori per scelte condivise e strategiche per tutti, superando gli interessi dei singoli in favore di quelli collettivi. PNRR e Bilancio 2023 possono ridare forza definitivamente alla nostra Provincia!
Emanuele Vitale
Capogruppo Progetto VCO

Primo Consiglio Provinciale: le critiche di Progetto VCO

Al termine del primo consiglio provinciale del 2022, che vede un rimpasto di deleghe del presidente Lana estese al neo acquisto Scarpinato, ci sentiamo in dovere di fare alcune considerazioni:
1. Prendiamo atto del silenzio imbarazzante del consigliere Scarpinato di fronte alla comunicazione delle sue deleghe, lo stesso non ha riferito al consiglio nessun indirizzo di governo. Non un buon segno.
2. Ci dispiace riscontrare un eccessivo nervosismo del Presidente Lana nella conduzione dei lavori del Consiglio Provinciale, poco confacente al ruolo superpartes che dovrebbe rivestire a tutela dell’assemblea tutta. Auguriamo allo stesso un buon lavoro, in discontinuità con il metodo del Predecessore Lincio.
3. Abbiamo dimostrato lo spirito costruttivo e rispettoso del ruolo assegnatoci votando a favore degli ordini del giorno riferiti al “Maggia” di Stresa e al progetto “Idrolife” (riferito all’ampliamento della zona Zsc del fiume Toce nei comuni di Domodossola e Villadossola, propedeutico alla conclusione del progetto stesso).
4. Auguriamo buon lavoro al neonato gruppo di opposizione “impegno Vco”, costituito dai consiglieri rappresentanti il comune di Domodossola e del suo sindaco Pizzi, fondamentali per l’elezione del Presidente Lana solo due mesi fa. Non è chiaro quale sarà il loro contributo al consiglio, non avendo gli stessi voluto riferire della loro scelta.
5. Auspichiamo che questa triste pagina di politica locale si concluda con l’allontanamento del Consigliere Scarpinato dalle riunioni della maggioranza cittadina del Comune di Verbania affinché si dimostri, ancora una volta, che il centrosinistra pone il rispetto degli elettori e delle Istituzioni al di sopra degli interessi di parte.

Stefano Costa, Marco Stefanetta, Cinzia Vallone, Emanuele Vitale
PROGETTO VCO