Da Reschigna atto di serietà, il gruppo respinga le dimissioni

Con riferimento agli avvisi di garanzia recapitati ai consiglieri regionali piemontesi legati all’inchiesta sui rimborsi, il capogruppo regionale Aldo Reschigna ha annunciato che rimetterà il mandato.
Conosco, e non sono l’unico, la storia personale, amministrativa e politica di Aldo Reschigna, e ho avuto modo di constatare la sua personale correttezza e serietà che sono convinto riuscirà a dimostrare nella circostanza.
Auspico vivamente, in omaggio ai principi garantisti secondo i quali l’avviso di garanzia non è una condanna, ma una tutela dell’indagato, che questa vicenda non venga usata per regolamenti di conti politici interni.
Pertanto, nel pieno rispetto dei ruoli e dell’autonomia del gruppo regionale, invito il gruppo regionale e la segreteria regionale a respingere le dimissioni di Aldo Reschigna dal ruolo di capogruppo.
Nel contempo, esprimo a tutti i miei colleghi di partito che hanno ricevuto l’avviso di garanzia un sentimento di amicizia e vicinanza, nonchè la più totale e incondizionata fiducia nella Procura di Torino e nel procuratore dottor Giancarlo Caselli nella certezza che tutti i fatti saranno riportati nella giusta luce.

Enrico Borghi – deputato Pd

Ufficio stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.