La maggioranza in Regione vota un bilancio falso e avvelenato.

E’ un bilancio falso e avvelenato quello che il centrodestra vuole approvare in Consiglio regionale.
Falso, perché con l’approvazione dell’articolo 9 certifica un avanzo dal 2011 di 159 milioni che è evidentemente inesistente, visto che le tabelle forniteci in Commissione parlavano di un disavanzo 2011 di 485 milioni. Un dato che abbiamo ribadito in aula e su cui abbiamo chiesto a ciascun consigliere di assumersi la responsabilità con il voto, che per questo abbiamo voluto a scrutinio nominale.
La pezza che la maggioranza ha voluto mettere sulla toppa, cioè subordinare l’utilizzo di 26 di quei 159 milioni all’approvazione del consuntivo 2011 non è una soluzione, perchè “avvelena” il bilancio inserendo nelle diverse poste 133 milioni che sono evidentemente inesistenti e che peseranno in modo forte sulla reale praticabilità delle risorse destinate ai diversi settori.
Appena approvato il bilancio, presenteremo un’esposto alla corte dei conti e al ministero dell’economia perché su questa base venga valutata la sua legittimità.
Un altro aspetto che rivela la goffaggine con cui viene gestito questo bilancio è determinato dall’impegno assunto in finanziaria di destinare ai settori cultura, turismo e sport fino al 30% della addizionale Irpef. Un impegno che ancora non ha trovato un emendamento della GIunta in grado di tradurlo nel bilancio.
Nei prossimi giorni, se la maggioranza smetterà di farsi ostruzionismo da sola, contiamo di continuare con la discussione dei nostri emendamenti, una trentina. Il fatto che la Giunta si sia pronunciata favorevolmente sulle nostre richieste in materia di trasporto pubblico locale, risorse per i consorzi socioassistenziali e borse di studio per i ricercatori, ci convince della bontà della nostra azione di opposizione, ma non cambia il nostro giudizio definitivo sul bilancio.
dichiarazione di Aldo Reschigna
capoigruppo Pd consiglio regionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.