Kantiere a Verbania: altro errore del sindaco di Verbania

In queste settimane la Giunta Zacchera sta scrivendo una nuova pagina – l’ennesima – del suo insensato corpo a corpo con le realtà associative della città.
La ritorsiva fucileria pdiellina si appresta a sparare ad alzo zero contro le associazioni giovanili che da molti anni si ritrovano intorno all’esperienza del Kantiere di Possaccio. Nato una decina di anni fa all’interno dello stabile dismesso della scuola materna della frazione, il Kantiere è gradualmente cresciuto come luogo di incontro di gruppi musicali giovanili (locali e non) e ha sostenuto numerosissime esperienze di creatività artistica grazie anche alla dotazione di impianti e di attrezzature di cui il locale si è arricchito con il sostegno continuo dell’Amministrazione Comunale e – nel quinquennio 2004-2009 – con la feconda sinergia tra le Giunte di Centrosinistra di Comune e Provincia.
Oggi, arrivato a scadenza l’affidamento all’Associazione “Cool”, il Comune ha deciso di mettere a gara l’utilizzo della struttura sulla base di un capitolato (leggi qui: il Kantiere e la profezia dei Maya) che azzera l’esperienza sin qui maturata e ne ridisegna la fruizione in termini sostanzialmente “imprenditoriali”. Mette cioè a disposizione del futuro gestore l’immobile e le attrezzature a condizioni economiche e gestionali che non possono essere sostenibili al di fuori di una logica di “mercato”, tesa a monetizzare lucrosamente ogni prestazione e ogni utilizzo di spazi e di attrezzature che in questi anni sono stati invece fruiti per soddisfare i bisogni di aggregazione e di creatività giovanile al di fuori di una logica meramente “remunerativa”.
In queste ore scadono i termini di presentazione delle offerte economiche da parte dei soggetti eventualmente interessati alla “nuova” (?) gestione imposta dal Comune. Dalle ultime notizie pare che il bando sia andato deserto.
Già sappiamo che il gestore uscente non si presenterà e molto probabilmente non si presenteranno neppure coloro che, riuniti nella rete di “Associazioni a Distinguere”, avrebbero potuto dare coerente continuità alla decennale esperienza del Kantiere.
Non ci resta che attendere e sperare che l’esito della gara possa consentire di non disperdere il patrimonio così ricco e così originale che il Kantiere dopo dieci anni consegna alla città.
Claudio Zanotti
Consigliere comunale PD Verbania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.