Continua la guerra tra la Lega e il PDL in nome della canottiera di Bossi!

Continua la “guerra” tra la Lega Nord e il PDL. Dopo le bordate dell’assessore Balzarini contro Bossi (in fondo all’articolo) ecco la risposta del segretario provinciale Senatore Enrico Montani (e per fortuna sono “alleati”!).
«La mia canottiera è la metafora dei futuri sviluppi della Lega» queste le parole di Bossi. La canottiera, un indumento intimo simbolo di semplicità, entrata nell’immaginario collettivo quale indumento del popolo, dei lavoratori, della base, quindi le parole di Bossi non possono essere più che azzeccate per definire metaforicamente il nostro movimento. Questo è il passato, il presente e sarà il futuro della Lega nord: il rapporto diretto con la propria gente, con il proprio territorio di cui Umberto Bossi, con il suo movimento, si è fatto portabandiera e per cui ha vinto numerose battaglie, come quella delle pensioni che ha destato molta preoccupazione in Adriana Balzarini, ma su cui, il suo caro Pdl, non avrebbe avuto alcuna remora a incidere. Umberto Bossi e la Lega nord hanno un progetto di riforma dello Stato che, nonostante la crisi economica e le avversioni della maggior parte delle altre forze politiche che si nutrono del clientelismo sudista, stanno cercando di realizzare. Ma sicuramente da un ex rappresentante di An, partito che ha fatto del romanocentrismo un’identità politica, non potevamo aspettarci parole di sostegno.
Inoltre, a suo dire, Alfano deve stare attento alla «canottiera bugiarda» leghista che rischia di trascinare nel baratro il Pdl con tutta la sua integrità morale (e cosa ci dice Balzarini dell’integrità morale di Scajola, Papa, Milanese, Di Girolamo o di quella dell’ex Presidente della Provincia di Vercelli?). Sicuramente Alfano, dopo il monito della Balzarini (un assessore di un Comune di 30.000 abitanti), opterà per incrinare fino alla rottura l’asse di alleanza che ci lega con il Pdl. Il mio consiglio a Balzarini è quello di iniziare ad indossarla una canottiera, meglio se quotidianamente; si sa, sta arrivando l’inverno, presto sarà Natale e non vorrei che, per un brutto raffreddore, l’assessore verbanese non avesse la possibilità di mangiare il panettone. Sarebbe un peccato. O forse no!
Enrico Montani

Della serie “se lo dicono loro”, pubblichiamo un’articolo comparso su Eco Risveglio, scritto dell’assessore del comune di Verbania del PDL Balzarini che spara a zero contro Bossi e i leghisti (suoi colleghi di giunta). Se lo dicono loro….
«Caro Alfano, non ti fare incantare dal collega della “canottiera bugiarda” e non attribuirgli intelligenza politica quando invece è riuscito a ritornare alle cronache solo per la sua canottiera per una ricerca di refrigerio; ricordati ogni volta che lo incontri che questo signore ha illuso la famiglia con i festeggiamenti per delle lauree mai conseguite, del falso lavoro
come medico».
Lo chiama “sfogo” l’assessore verbanese Adriana Balzarini il suo lungo intervento apparso in questi giorni su Idee in libertà. La “canottiere bugiarda” è quella del “collega” della Lega nord Umberto Bossi. «Devo pensare che gli italiani possano affidare il futuro e le pensioni a Bossi?
Forse ha ritirato fuori l’indumento intimo per rassicurarci che è ancora il lottatore numero 1 del governo e che grazie a lui le pensioni non si toccano?
Vuol fare capire – continua Balzarini – che si è sostituito ai sindacati per sopravvivere? Oppure anche in questa estate “rovente” Bossi vuol far credere che sta lottando per salvare le pensioni dei lavoratori? Penso che sia doveroso ricordare che Bossi sulle spalle degli italiani ha una moglie che percepisce una baby pensione da insegnante statale (alla faccia dei “fancazzisti “del sud), le ha fatto avere 800 mila euro per essere direttrice della scuola Bosina con i soldi dello Stato ladrone e, per finire, ha trovato come piazzare il figlio detto “il trota” a consigliere regionale con lauto stipendio sperando che a furia di porgergli il braccio possa diventare un delfino per poi trasformarsi in un nuovo
leone».
«Si tratta di dichiarazioni personali dell’assessore Balzarini – commenta il sindaco (Pdl) Marco Zacchera – che si riferiscono a vicende nazionali. Quello che posso dire io è che i rapporti con la Lega nord a Verbania in questo momento sono ottimi».

La cosa divertente di questo articolo non sono le cose scritte dalla Balzarini (tutte vere!) ma la battuta finale di Zacchera: ” a Verbania i rapporti tra lega e pdl sono ottimi” … ah ah ah ah ah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.