PRESE IN GIRO .. (se lo dice lui…)

PRESE IN GIRO (pubblichiamo uno scritto di qualche giorno fa del sindaco Marco Zacchera.. sul quale siamo perfettamente d’accordo… anche se una domnda la vorrremo fare.. vedi alla fine.)
Ma quando impareremo ad essere persone serie? Da anni si parla di federalismo, decentramento, “devolution”.
Tutte belle parole che – per non restare solo parole – credo debbano concretizzarsi soprattutto a livello di amministrazioni locali non solo decentrando funzioni ed eliminando doppioni, ma responsabilizzando gli amministratori che devono moralmente rispondere ai cittadini  per le tasse che chiedono.
Come tutti i sindaci d’Italia speravo molto nella “seconda fase” di aggiustamento finanziario per il 2011. Dopo che ad inizio anno sono stati infatti “tagliati” un bel po’ di trasferimenti statali ai comuni (a Verbania tagli per quasi 1.000.000 di euro rispetto ai circa 7,5 milioni di trasferimenti 2010) per contribuire a ridurre il deficit dello stato (“dura lex, sed lex “) si era ipotizzato un “riequilibrio” successivo, ridistribuendo risorse alle amministrazioni sulla base di parametri di virtuosità, rispetto del patto di stabilità, contenimento di alcune voci come il personale.
Tutti a fare i conti per mettersi in regola con il concetto che i fondi sarebbero stati distribuiti finalmente con il criterio del merito, salvo – ovviamente – un “fondo di riequilibrio”  per venire incontro alle situazioni più difficili ed evitare possibili eccessivi squilibri a danno dei comuni più poveri..
Passano le settimane e finalmente nei giorni scorsi esce, almeno informalmente, il nuovo riparto dove il FONDO DI RIEQUILIBRIO COPRE IL 99,5 % (diconsi il novantanove virgola cinque per cento) dei fondi disponibili. Tradotto: “chi ha dato ha dato, chi avuto (meno) ha avuto” e tanti saluti a chi si è comportato bene, ha tenuto i conti in ordine, ha rispettato il “patto di stabilità”.
Mi aspettavo una rivolta “leghista”: silenzio. In compenso quasi tutti i comuni d’Italia porteranno l’addizionale IRPEF allo 0,4 per mille (il massimo consentito) e alla fine a pagare un po’ di più saranno i contribuenti, ma non c’è altra strada per far quadrare i conti.  E il federalismo municipale? Mi sembra abbia preso…un’altra strada.
Intanto, visto che nessuno si preoccupa di queste cose CONCRETE  si può tornare a giocare sul come portare un paio di ministeri al nord…
Marco Zacchera

La domanda che ci poniamo è questa: ma Zacchera sindaco sa quello che fa Zacchera Parlamentare? Visto che le norme di cui parla Zacchera sindaco le ha votate in Parlamento lo Zacchera Onorevole?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.