RISTORNI AI FRONTALIERI: LE “SOLITE” PROMESSE MANCATE DEL PDL E DELLA LEGA NORD

Qualcuno se li ricorda gli annunci roboanti e ultimativi del centro-destra dopo la la vittoria della Lega ticinese?
Il Pd del VCO aveva espresso preoccupazione alla luce della vittoria della Lega ticinese, per un possibile inasprimento dei rapporti con i lavoratori italiani in Svizzera e possibili ricadute sul ristrono dei frontalieri.
Il centro destra ci aveva risposto in malo modo affermando che alimentavamo paure infondate.
Riportiamo testuale dagli organi d’informazione locali delle scorse settimane:
“Rispondendo a un’interrogazione parlamentare del parlamentare Pdl e sindaco di Verbania Marco Zacchera il sottosegretario agli Affari Esteri ,Alfredo Mantica, ha comunicato ufficialmente l’intenzione della Confederazione Elvetica di non rivedere la quota di ristorno delle tasse dei frontalieri. “Il governo federale non ha per il momento intenzione di modificarle – conferma Zacchera citando la risposta del Governo – poiché i ristorni dei frontalieri sono parte integrante della convenzione bilaterale per la doppia imposizione approvata da Italia e Svizzera il 9 marzo 1976 e entrata in vigore il 27 marzo 1979”.
Il consigliere regionale Roberto De Magistris: “Ci auguriamo di togliere qualsiasi dubbio sull’immutabilità  dei ristorni anche per il futuro: la Lega Nord, unico partito che abbia realmente a cuore la difesa delle centinaia di piccole medio imprese e dei frontalieri che tutti i giorni si recano in Ticino per produrre, continuerà a fare tutto il necessario affinchè si trovi il giusto equilibrio tra le richieste del Ticino e le necessità dei lavoratori piemontesi e lombardi.”
E’ di poche ore fa l’annuncio invece ufficiale che Il Consiglio di Stato (l’equivalente del governo regionale) di Bellinzona ha deliberato il 30 giugno di non versare il 50% delle imposte prelevate dalle buste paga dei lavoratori italiani e che devono essere girate al’Italia; a conti fatti si tratta di 22 milioni di euro.
Ora che diranno? Che le nostre preoccupazioni erano sbagliate?
PD VCO
Ufficio Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.