Solo tagli: vero presidente Nobili?

“Nei giorni scorsi come PD del VCO avevamo inviato un comunicato – afferma Antonella Trapani, segretario provinciale del PD del VCO – preoccupati dai tagli che stavano colpendo il nostro territorio: dalla navigazione del lago maggiore alla convenzione per il telesoccorso per gli anziani, dai tagli al bilancio del Sacro Monte Calvario a Domodossola a Vco in bus”. In cambio dal 1 gennaio costa molto più caro raggiungere Milano o Torino in Autostrada. Oltre il 10% in più per arrivare nel nostro capoluogo regionale.
Tagli del Governo Berlusconi, e a ricaduta della Regione Piemonte di Cota e della Provincia che ci avevano portato a parlare di un indebolimento, passo dopo passo, “di una rete di servizi alle persone che in questi anni avevano garantito risposte ad alcuni bisogni dei cittadini e delle famiglie”.
Il Presidente Massimo Nobili ci aveva risposto “indispettito” scrivendo che “nessun sgretolamento dei servizi della Provincia a favore della comunità è in atto. Vorrei su questo punto tranquillizzare il PD. Anzi – conclude Nobili – l’Amministrazione Provinciale si sta impegnando per mantenere e rendere il più possibile efficienti i servizi al cittadino in un momento di particolare difficoltà dovuta alla crisi socio-economica che sta investendo pesantemente anche il nostro territorio”.
“A pochi giorni di distanza il presidente Nobili è smentito dai fatti – continua Antonella Trapani, – ed è lui stesso ad ammettere, sui mass media locali, che altri tagli sono in vista”.
Questa volta sul trasporto pubblico locale. Si parla di 300 mila euro in meno per il 2011 (il 5%), per poi salire nel 2012 con un taglio del 10% e poi nel 2013 del 15%.
“Non possiamo certo tirare troppo la corda” ammette Nobili, “abbiamo già tagliato varie corse come quelle verso il tecnoparco e al Lusentino” confessa l’assessore ai trasporti Blardone.
Non ci aspettiamo certo le scuse del presidente Nobili, ma almeno l’ammissione che questo governo opera tagli senza senso che ricadono pesantemente sugli enti locali (e quindi sui cittadini) questo sì.
E soprattutto ci aspetteremmo non difese d’ufficio ma iniziative reali per evitare che questi tagli avvengano.
Alzi la voce Presidente, protesti, si muova, non stia a guardare che tutto ciò avvenga senza muovere un dito.
A meno che al posto del suo ruolo di amministratore il presidente Nobili faccia prevalere quello dell’appartenenza politica, dove criticare Berlusconi e Tremonti non è ammesso.
I cittadini però se ne stanno accorgendo.
Solo tagli, tagli, tagli.

Antonella Trapani
Segretario provinciale PD VCO

Ufficio stampa PD VCO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.