Rinnovato il protocollo d’intesa tra il consiglio regionale e la casa della resistenza

image l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale ha approvato il rinnovo del Protocollo d’Intesa con l’Associazione Casa della Resistenza di Verbania Fondotoce, prevedendo, questa volta, il prolungamento della durata da tre a cinque anni.
“Il Parco della Memoria e della Pace, del quale fa parte la Casa della Resistenza di Fondotoce – affermano i Consiglieri regionali del Partito Democratico Aldo Reschigna e Marco Travaglini – rappresenta uno dei luoghi della memoria più cari alla nostra comunità e più significativi della Lotta di Liberazione d’Italia e sorge all’interno di un Parco adiacente al luogo dove, il 20 giugno 1944, vennero fucilati dai nazifascisti 43 partigiani”. “Il Consiglio regionale, nel corso degli anni – continuano Reschigna e Travaglini – ha sempre provveduto a stipulare Protocolli d’Intesa con l’Associazione Casa della Resistenza che, muovendo dalla conservazione e valorizzazione di un luogo considerato importante per la Resistenza e la Lotta di Liberazione in Piemonte, ha istituito strutture museali didattiche, punto di riferimento per attività culturali, formative e di ricerca storica sul territorio. Il Protocollo regola i rapporti di collaborazione tra l’Associazione ed il Comitato Resistenza e Costituzione del Consiglio regionale, prevedendo, in particolare, la realizzazione di almeno un’azione congiunta annuale e stabilendo l’erogazione di un contributo finanziario da parte del Consiglio regionale, attualmente fissato in 15.000 euro annui”.
“Quest’anno – concludono i Consiglieri Reschigna e Travaglini – l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, sia su sollecitazione dell’Associazione, sia valutando in modo soddisfacente i risultati ottenuti nel corso degli anni dalla collaborazione instaurata, ha deliberato un prolungamento della durata del Protocollo d’Intesa da tre a cinque anni, al fine di assicurare una maggiore continuità di rapporti con il Comitato Resistenza e Costituzione e consentire una più stabile programmazione delle attività comuni”.
– Ufficio Stampa Gruppo consiliare Partito Democratico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.