PREIONI NON SCARICHI SUL GOVERNO LA RESPONSABILITA’ DELLA GESTIONE DISTASTROSA DELLA SANITA’ PIMONTESE

PREIONI NON SCARICHI SUL GOVERNO LA RESPONSABILITA’ DELLA GESTIONE DISTASTROSA DELLA SANITA’ PIMONTESE. NOI FACCIAMO FATTI: LEI FACCIA MENO BATTUTE E DIA LE RISPOSTE CHE IL VCO ATTENDE.

Comunicato Stampa

Ancora una volta, il consigliere regionale Preioni dà ampia prova della politica dello scaricabarile, tirando in ballo il governo (che probabilmente non sa neppure essere sostenuto anche dalla Lega) sulle note vicende della difficoltà di personale ospedaliero e sanitario da tempo sollevate anche dal Partito Democratico del VCO.
Quello che il capogruppo leghista in Regione Piemonte omette dal dire, forse perché non lo sa, è che alle Regioni sono stati attribuiti dallo Stato ulteriori 600 milioni, che si assommano ai 500 per le spese sostenute in tema Covid che risultano essere aggiuntive rispetto a quelle stanziate nei vari decreti legge leggi di bilancio di questi due anni. Cifre che, fra l’altro, permetteranno all’ASL VCO di colmare il pesantissimo deficit accumulato, sul quale non viene spesa una parola dal consigliere. Per cui, i buchi di bilancio che emergono ad Omegna (intesa come sede ASL VCO) e Torino (intesa come Regione Piemonte), vengono poi coperti dalla deprecatissima Roma, caro consigliere.
Per quel che riguarda il ricorso agli appalti, dovrebbe essere noto che essi sono autorizzati soprattutto per il personale di emergenza perché in questo modo potesse rientrare nel bilancio come spese per beni e servizi, anziché come voce di personale, bypassando in tal modo il limite assunzionale fissato. Se però l’ASL VCO non è appetibile per le professionalità sanitarie per i noti problemi strutturali dovuti alla sua rete ospedaliera vetusta, e quindi i bandi assunzionali vanno deserti, anche in questo caso la colpa non è di Roma, ma di chi tra il VCO e la Regione Piemonte ha sostituito gli slogan e le parole al vento alla programmazione e alle scelte di lungo periodo, tenendo colpevolmente fermi i (tanti) soldi già stanziati per il nuovo ospedale di eccellenza e non sbloccando la vicenda ospedaliera. (A proposito, si può sapere quando il presidente Cirio si degnerà di incontrare il territorio dopo mesi di rinvii costanti ed elusioni di appuntamenti dallo stesso annunciati?).
Nei tre anni pandemici  lo Stato ha stanziato oltre 20 miliardi di euro aggiuntivi (10 per l’emergenza pandemica e 10 per il Fondo Sanitario Nazionale), prevedendo investimenti crescenti fino ad arrivare a 128 miliardi. A ciò si aggiunta che nella legge di bilancio di quest’anno, per l’attuazione del DM 71 (rafforzamento dell’assistenza territoriale) sono state stanziate risorse per il personale in deroga ai tetti con uno stanziamento iniziale di 90 milioni che arriva a 1,1 miliardi nel 2026.
Di grazia, consigliere Preioni, oltre a intestarsi lei il merito di questi soldi statali con risibili manifesti, ci può dire come si intende rafforzare l’assistenza territoriale nel VCO in connessione con la rete ospedaliera, oppure non si riesce mai ad andare oltre allo slogan?
Il Partito Democratico in questi anni, laddove ha avuto responsabilità di governo ha dimostrato il proprio impegno con i fatti. Dal consigliere regionale del VCO ci si attendono meno battute, e soprattutto la capacità di dare le risposte che il VCO attende in materia sanitaria.

Partito Democratico
Coordinamento provinciale Verbano Cusio Ossola
……………………………………………………………
Per ricevere in tempo reale news e info sulla nostra attività, iscrivetevi al canale #Telegram del Partito Democratico del VCO https://t.me/partitodemocraticoVCO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.