Centro Eventi a Verbania: necessario mettere in campo una nuova strategia

Riportiamo i comunicati di Aldo reschigna e del PD di Verbania sul tema del Centro Eventi alla luce della lettera del Commissario Prefittizio alla regione Piemonte.

Lo scambio di lettere tra il Commissario, prefetto Michele Mazza, e il dirigente regionale Giuseppe Benedetto, sulla tempistica di ridefinizione del Pisu nell’ambito del progetto di riqualificazione urbana “Verbania 2015”, rappresenta con chiarezza come questa sia possibile e di come occorra muoversi con veloce determinazione se si vuole sfruttare l’enorme occasione che il Pisu rappresenta per la città di Verbania.
Anche se stretti, ci sono i tempi per ridefinire il progetto, escludendo da esso il CEM e sostituendolo con altre opere da individuare. La scadenza per la loro realizzazione è infatti il 2014, prorogabile alla fine del 2015.
Per questo ho inviato una lettera al Commissario nella quale mi rendo immediatamente disponibile per un confronto teso alla ridefinizione del progetto e alla sua realizzazione, considerato anche il mio ruolo di consigliere regionale e l’impegno che ho sempre messo per la città.
Penso che con questo spirito dovrebbero muoversi le forze e le realtà locali che hanno a cuore il futuro di Verbania.
Aldo Reschigna, capogruppo PD in Consiglio Regionale

Con riferimento all’iniziativa assunta dal Commissario di chiedere alla Regione Piemonte l’autorizzazione ad una rimodulazione del PISU che preveda la realizzazione di opere diverse dal Centro Eventi, il Partito Democratico di Verbania propone l’immediata convocazione di un tavolo di lavoro politico-istituzionale con la partecipazioni dei tre consiglieri regionali di Verbania, del commissario e dei partiti politici e che abbia i seguenti obiettivi:
1) prendere visione della corrispondenza recentemente intercorsa tra Comune e Regione in materia di rimodulazione del PISU
2) ascoltare la ragioni che hanno mosso il Commissario a intervenire sulla Regione con la richiesta di rimodulazione;
3) conoscere lo stato attuale di avanzamento dell’appalto integrato per il CEM, assegnato e contrattualizzato nello scorso mese di novembre;
4) impegnare i tre consiglieri regionali di Verbania a richiedere formalmente alla Regione uno slittamento di almeno un anno di tutti i termini per l’esecuzione delle opere del Pisu;
5) concordare gli interventi alternativi al Cem da inserire nella proposta di rimodulazione del Pisu da sottoporre all’attenzione della Regione, anche attraverso una ricognizione di tutti gli studi di fattibilità presenti in Comune. Claudio Zanotti Corrado De Ambrogi Angelo Rolla
PD Circolo di Verbania 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.